19 Luglio 2024
No menu items!
HomePoliticaIntervista alla Sindaca Colella: "Al lavoro per la mia Ciampino"

Intervista alla Sindaca Colella: “Al lavoro per la mia Ciampino”

Uscita vittoriosa nel ballottaggio contro la candidata di centrodestra Daniela Ballico, Emanuela Colella è al governo di Ciampino dal giugno 2022. Il comune di oltre 40mila abitanti, alle porte di Roma, rappresenta un punto di incontro fondamentale tra la Capitale e i Castelli Romani.
Sindaca iniziamo dall’argomento del momento, ovvero la delocalizzazione di 25 autodemolitori a Ciampino, come prosegue il dialogo con il Campidoglio? “Noi ovviamente abbiamo chiesto fin da subito un incontro con il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri e i soggetti competenti di Città Metropolitana e la Regione Lazio e degli spettanti ministeri – risponde la Sindaca di Ciampino  – È necessario un tavolo di confronto per presentare le criticità dell’area Ex Barbuta che è tutelata da vincoli importanti di cui uno posto dal Ministero dei Beni Culturali e da una legge regionale che aveva allargato e incluso l’ex Barbuta tra l’area archeologica dell’Appia Antica e quella del Parco dei Castelli Romani”.
Su questo punto si è appellata anche al Ministero dell’Ambiente…
“Sì. Sinceramente non ci aspettavamo l’accelerata del sindaco Gualtieri all’indomani della richiesta urgente che abbiamo presentato ai Ministeri dei Beni Culturali, dell’Ambiente e della Difesa perché, non dimentichiamo, che bisogna salvaguardare anche la sicurezza del cono di volo dell’aeroporto di Ciampino dove transitano anche voli istituzionali. Noi andremo avanti in tutte le sedi competenti, Gualtieri per risolvere le criticità del parco di Centocelle non può dimenticare che alla ex Barbuta, ci sono altrettante problematiche, perlopiù a ridosso nel nostro territorio”.
Ci sono ancora lamentele dei cittadini riguardo l’aeroporto e i voli serali?
“Da quando ci siamo insediati abbiamo subito creato un rapporto interlocutorio con le associazioni del territorio come il Comitato Aeroporto di Ciampino (Criaac), che in questi anni ha portato avanti una battaglia per il pieno rispetto del Decreto Costa, e Aeroporti di Roma (AdR) affinché ci supporti nel dialogo e mettano in atto gli interventi previsti, molti dei quali sono stati completati recentemente. AdR ha risposto positivamente alla nostra richiesta di collaborare, ad esempio mantenendo il limite orario delle 23 per i voli notturni e anticipato gli ultimi voli”.
Ciampino questa estate è stata teatro di un devastante incendio all’interno di un centro di smistamento dei rifiuti in via Enzo Ferrari. A che punto sono i lavori?
“Arpa Lazio prosegue con il monitoraggio e le incombenze previste dal tribunale. Oggi quel sito è ancora sotto sequestro su decisione del Tribunale di Velletri. I nostri uffici hanno avviato tutte le procedure per assicurare che la bonifica al sito venga effettuata. Abbiamo avviato tutta l’attività necessaria dal punto di vista amministrativo, i dirigenti preposti hanno fatto le ordinanze e stiamo seguendo molto attentamente l’iter. La società che gestiva il centro si è dimostrata subito molto collaborativa e sta attuando tutto quando predisposto”.
L’antenna in via Morosina ha creato qualche polemica, cosa vuole rispondere?
“Ad oggi dobbiamo avere il coraggio di fare delle scelte e rinnovare il piano delle antenne che è ormai vetusto, anche per permettere alle società di telefonia di lavorare sul nostro territorio. Ovviamente come Sindaca mi preme difendere la salute dei cittadini, per questo sto lavorando con l’assessore all’ambiente per rinnovare il piano, ma nel pieno rispetto delle direttive ministeriali. Nel testo abbiamo trovato delle criticità che favorivano le società, noi vogliamo conciliare le necessità della tecnologia con la tutela della salute dei nostri cittadini”.
Piano di ripresa e resilienza (Pnrr). Come cambierà il volto di Ciampino?
“La nostra città ha ottenuto finanziamenti per 13 milioni di euro. Il volto di Ciampino Cambierà e lo farà in meglio. Innanzitutto abbiamo ottenuto dei finanziamenti da spendere in materia di sostenibilità ambientale e vivibilità della città. Il primo step è intervenire sulle principali arterie stradali per metterle in sicurezza. Su questo punto sono già avviati i cantieri in zona Acquacetosa. Sempre su questo tema, grazie al Pnrr creeremo isole ambientali e percorsi ciclopedonali nel centro cittadino per renderlo più accogliente e offrire una esperienza di Ciampino all’insegna della sostenibilità”.
Cosa è successo in giunta? Si può parlare di rimpasto?
“La giunta deve essere propositiva e deve sposare il progetto che tutti quanti abbiamo proposto ai cittadini prima del voto con un programma ben definito in grado di rispondere alle esigenze dei cittadini. Se viene meno questo rapporto di fiducia oppure qualcuno pensa di non poter più condividere quel progetto è doveroso rivedere l’assetto della giunta. Ma le persone di cui parliamo, sono rimaste nell’assetto della maggioranza ed hanno intenzione di continuare a rappresentare i cittadini di Ciampino fino alla fine del mandato”.

ARTICOLI CORRELATI
- Advertisment -




ARTICOLI POPOLARI